PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA TORINO (SANTA RITA)

Psicologa iscritta all'Ordine degli Psicologi del Piemonte - n. 3344;
Psicoterapeuta dell'Approccio Centrato sulla Persona annotata nell'Albo della specializzazione in Psicoterapia del Piemonte; 

L'Approccio Centrato sulla Persona, di Carl Rogers (appartenente alla Psicologia di indirizzo Umanistico - esistenziale) si focalizza non tanto sul sintomo e sul disturbo ma sulla persona nella sua globalità biopsicosociale.

PSICOTERAPEUTA

EMDR

(dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing,

Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari)

 
 

LAVORO CON BAMBINIADOLESCENTI e ADULTI

CON L'OBIETTIVO DI PROMUOVERE LA SALUTE E IL BENESSERE PSICOLOGICO 

                                                        

CONSULENZA PSICOLOGICA ONLINE

CONSULENZA PSICOLOGICA ONLINE - Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

 

Se sei impossibilitato a recarti in studio 

ma senti il bisogno di avere un supporto specialistico

puoi farlo comodamente da casa tua!

 

 

 

COME FUNZIONA  

 La consulenza online si effettua attraverso: 

  • Un primo colloquio psicologico conoscitivo finalizzato a comprendere ed inquadrare il problema; 
  • Alla conclusione del primo colloquio verrà proposto un intervento psicologico personalizzato; 

 

COME ACCEDERE AL SERVIZIO

 Per accedere al servizio di consulenza psicologica online è necessario:

  • Concordare un appuntamento

 chiamandomi al numero 3471666052

o scrivendomi a info@antonellafiorentino.it 

 

  •  Firmare il consenso informato e il trattamento della privacy (che ti verrà inviato via mail);

 

 I colloqui hanno una durata di 50 minuti e avvengono via Skype o via Messanger

 

 - Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

 - Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

EMERGENZA CORONAVIRUS

EMERGENZA CORONAVIRUS - Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

 

(per approfondimenti clicca sull'immagine qui sopra) 

 

Quando ci troviamo di fronte a un forte stress, come quello che staimo vivendo in questa emerga, mettiamo in atto risposte e strategie che, se da un lato hanno un valore adattivo e ci permettono di affrontare la situazione al meglio, dall’altro possono comportare irritabilità, iperattivazione, aggressività verbale, disturbi del sonno e della concentrazione. Tutti comportamenti normali e legittimi che, tuttavia, tendono a mantenersi ed aumentare nel tempo, impedendoci di sentirci bene ed operare al meglio delle nostre possibilità.

Occuparci di noi e di come stiamo non ci impedirà di provare stress, ma potrà aiutarci a ridurlo, contenerlo e limitarne gli effetti, permettendoci di affrontare al meglio l’emergenza che stiamo vivendo.

In questo fase di prolungato isolamento possono insorgere numerose reazioni di stress. Le più comuni che possono durare per alcuni giorni e/o alcune settimane, sono:

Intrusività: immagini ricorrenti, memorie involontarie e intrusive dell'evento (flashback), che possono presentarsi come brevi episodi o come completa perdita di coscienza (per esempio: rivedere i soccorritori che portano via in ambulanza il proprio caro con “tute d’astronauti”, pensieri continui e intrusivi sulla possibilità di essere entrati in contatto con una persona potenzialmente positiva, ecc.)

Evitamento: tentativo vano di evitare pensieri o sentimenti correlati alla situazione traumatica. Impossibilità ad avvicinare ciò che rimanda all'evento (per esempio: non contattare il medico anche in caso di tosse e febbre per paura di fare il tampone, ridicolizzare quanto sta accadendo per non entrare in contatto con la paura, cambiare discorso non appena si parla di Coronavirus, … )

Iperarousal: aumentata attivazione psicofisiologica (allerta alta ad ogni nuova notizia, tachicardia quando si viene a conoscenza di un caso positivo nel vicinato, toccarsi la fronte e percependosi leggermente caldi si inizia a fare fatica a respirare, ecc.)

Umore depresso e/o pensieri persistenti e negativi: Credenze e aspettative negative su di sé o sul mondo, profondo senso di abbandono (per esempio iniziare ad avere pensieri negativi su di sé e/o sul mondo "non vado bene", "il mondo è sempre pericoloso“, “siamo spacciati”)

La colpa del sopravissuto: senso di colpa per essere sopravvissuto o per non avere riportato danni (per esempio sentirsi in colpa nei confronti delle persone che hanno avuto casi positivi al Coronavirus in famiglia e non riuscire a capire il perchè; non riuscire a guardare negli occhi un altro cittadino perché ha perso un parente per il Coronavirus) 

 

Se con il protrarsi della situazione in atto si sente il bisogno di un aiuto in più per ridurre lo stress, è importante richiedere aiuto specialistico!

"Se avvertiamo un disagio e uno stato di malessere non cerchiamo di negare la situazione e facciamoci aiutare da un professionista. Se vediamo qualcuno in difficoltà non rinchiudiamoci nel nostro interesse individuale. La solidarietà è un antidoto al disagio" - CNOP

 

Emergenza Coronavirus

 

Approfondimenti

 
Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

Da lunedì 30 marzo, Nursind Piemonte ha attivato un servizio di supporto psicologico telefonico per tutti gli operatori sanitari impegnati nell’attuale emergenza sanitaria.

Psicoterapeuta EMDR

Psicoterapeuta EMDR - Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

Psicoterapeuta EMDR a Torino dell'Associazione EMDR Italia

Dott.ssa ANTONELLA FIORENTINO

VIA BARLETTA 107 - TORINO

Collaborazione con

dott.ssa Paola Pantaleo
[an error occurred while processing this directive]